501 Oggetti

Ordina per

 Lunghezza: 14 km  Difficoltà: Escursionistico  Dislivello: 660+  Tipo di percorso: Anello su sentiero,mulattiera e strada. Interessi: Geologia, Paesaggi, Borghi.  Orario di Ritrovo: 09:30 Punto di ritrovo: Via delle Cave, Monsummano Terme https://goo.gl/maps/HW8i1HwYP81Amj4G6  Descrizione: Una completa ed entusiasmante escursione di scoperta del territorio. Molti sono gli spunti e le curiosità offerte da quest’itinerario: Le Cave Grigia e Rossa sopra Grotta Giusti si inseriscono in un contesto di interesse geologico dove andremo ad approfondire vari aspetti della formazione del territorio toscano,percorrendo un interessante geo-trekking. Ammireremo i panorami sorprendenti da Monsummano Alto, gli scavi archeologici e la Pieve di San Nicolao. Cammineremo tra boschi di querce miste con sorprendenti viste sui maggiori gruppi montuosi della Toscana, in particolare il Serra, le Apuane Meridionali ed il gruppo del Corno, nfine arriveremo all’oratorio di S.Maria della Neve con la Villa Medicea di Montevettolini in fronte. Non mancheremo di visitare il caratteristico borgo prima di percorrere il sentiero di rientro verso Grotta Giusti tra splendidi paesaggi. Grotta Giusti Si trova a Monsummano Terme a pochi chilometri da Firenze, Pisa e Lucca. Circondata da un parco secolare, la villa ottocentesca, ora prestigioso Hotel con 64 camere conserva intatto il sapore storico ed il fascino della natura. Direttamente […]

Bassano in Teverina, annoverato tra i “borghi più belli d’Italia”, è un piccolo paese della Tuscia, nei cui boschi sono celati diversi tesori storici e naturalistici, come i resti di una chiesa rupestre con tombe risalenti all’Alto Medioevo, l’enigmatico altare di Casole e, nei pressi del fiume Tevere, il piccolo lago Vadìmone, una specchio d’acqua ormai quasi completamente avvolto dalla vegetazione, custode di una storia millenaria. Nel pomeriggio, al termine della nostra esperienza di cammino, visiteremo il delizioso centro storico e, con chi vorrà, anche la torre dell’orologio, una singolare costruzione di epoca rinascimentale realizzata per fortificare la struttura dell’antichissimo campanile che si trova al suo interno.     TRASPORTI: auto proprie (chi è disponibile a dare passaggi può farlo presente al momento dell’iscrizione; chi invece ne usufruirà è invitato a contribuire alle spese di viaggio).     DATI TECNICI: dislivello: +/- 300 m – difficoltà: medio-facile (T/E) – durata: +/- 5,5 h (con soste) – lunghezza: +/- 12,5 km.     ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).     COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), zaino, pranzo al sacco, acqua, bastoncini telescopici (utili), DPI anti-covid-19 (obbligatori).     QUOTA ESCURSIONE: […]

PROGRAMMA: Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo, CON VISITA E PRANZO ALL’ALPACA RANCH; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>6 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo dalla sottostante cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà dall’Alpaca ranch; dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto come “Mola Naro Patrizi”, dove sono presenti e leggibili due pannelli didattici. Si tratta di un opificio idraulico […]

In questo splendido trekking ad anello vi porterò alla conquista del mitico sasso Simone un enorme blocco di roccia calcarea dalla cui sommità (1204 M. S.l.m) domineremo con lo sguardo tutto il Montefeltro. Per l’importanza della fauna e della flora quest’area divenne riserva naturale nel 1996. Cammineremo attraversando boschi di cerri e carpini ma anche calanchi e zone aperte. Con un po’ di fortuna e attenzione potremo imbatterci nelle tracce del predatore per eccellenza di questi luoghi, sua maestà il lupo o scorgere il volo maestoso dell’aquila reale. La riserva posta al confine tra Romagna, Marche e Toscana proprio a quest’ultima è legata per la storia di una città fortezza voluta nel 1554 da Cosimo dei Medici e chiamata Città del Sole, eretta sul monte Simone a protezione e potenziamento dello Stato di Firenze. Si parte…riempiamoci di bellezza! Numero dei partecipanti: min 8/20 max. Ore cammino: 5 h circa + le soste. Dislivello: saluta/discesa +/- 400m. Distanza percorsa: 11 km circa. Difficoltà: E**(vedi legenda difficoltà (#). Ritrovo: ore 9.15 passo cantoniera da dove parte il sentiero cai 118(manderò in seguito a tutti i partecipanti la posizione). Altri punti di ritrovo sono possibili: mettersi d’accordo con la guida. Pranzo al sacco. […]

 Distanza: 18km  Difficoltà: Escursionistica  Dislivello: 400+  Tipo di percorso: Anello, strade bianche e mulattiera.  Inizio: 09:30 Punto di Ritrovo: Madonna di Brolio https://goo.gl/maps/i3qm66dPzPBqf5yG8 Descrizione : Un itinerario magnifico attorno ad una delle icone del paesaggio chiantigiano, ilCastello di Brolio. Partiremo dalla Madonna di Brolio con splendide viste sui vigneti circostanti e sul Monte Amiata per dirigerci verso Cacchiano, fortilizio sulla linea difensiva di Brolio con panorami che spaziano dai Monti del Chianti fino alla Città di Siena. Ci dirigeremo verso la millenaria Pieve di San Marcellino in Avane, costruita nei pressi di un insediamento militare Romano. Attraverso una strada che serpeggia tra le case coloniche ci inoltreremo ancora nel bosco irto di macchia prima di giungere all’abitato di Nebbiano. Ancora grandiosi paesaggi ci accompagneranno fino al pergolato di viti che arriva a Borgo San Felice. Un ultimo tratto e saremo in vista dei bastioni del Castello di Brolio con i suoi tipici mattoni rossi, saliremo fin sotto le mura per raggiungere la lapide commemorativa della visita Granducale del 1773 prima di concludere un itinerario che, ne siamo certi, resterà ben impresso nella nostra memoria. Il Castello di Brolio Si trova in località Brolio, nei pressi di San Regolo, nel comune […]

Vitorchiano, unico paese al mondo a vantare un’autentica statua Moai al di fuori della celeberrima Isola di Pasqua, è una magnifica gemma di peperino, incastonata in un prezioso diadema chiamato Tuscia. Passando per la cosiddetta “valle delle sculture”, giungeremo sulla cima dell’acrocoro che ospita il monumento naturale di Corviano: si tratta di un luogo davvero pazzesco, che oltre alle rovine di un antico castello, a strapiombanti abitazioni ipogee e ad una suggestiva necropoli, offre colpi d’occhio da capogiro sul territorio circostante, in grado di frastornare i camminatori più sensibili. Tornati nuovamente al borgo, non prima di aver visto la cascata del fosso Martelluzzo, faremo una passeggiata nel suo caratteristico ed ameno quartiere medievale, tra chiese, piazze, fontane e balconi fioriti. Ci attende un’altra esperienza piena e rotonda, di quelle che imperlano il cuore.   TRASPORTI: auto proprie (chi è disponibile a dare passaggi può farlo presente al momento dell’iscrizione; chi invece ne usufruirà è invitato a contribuire alle spese di viaggio).   DATI TECNICI: dislivello: +/- 350 m – difficoltà: media (E) – durata: +/- 6,5 h (con soste) – lunghezza: +/- 11 km – profilo itinerario: anello.   ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale […]

ANELLO TRA BOSCHI E PANORAMI CON PARTENZA DAL BORGO DI MONTEFLAVIO (Roma) L’itinerario è tra boschi incontaminati, per alcuni tratti scoperto e panoramico e ci condurrà al CASTRUM MEDIEVALE di MONTEFALCO (XIII sec) che ci sorprenderà con i suoi  spettacolari resti della cinta muraria, della rocca, di varie residenze. Lì pranzeremo circondati da un panorama che spazia dal Monte Pellecchia al Gennaro, dal Monte Soratte ai Monti Cimini, dalla piana romana fino al mare. Lungo il percorso potremo ammirare i resti immersi nel bosco della chiesetta di Santa Maria del Carmine e, verso la  fine del percorso, anche la maestosa ed elegante Fonte Orsini, del 1626, utilizzata per secoli come lavatoio pubblico. INFO e ADESIONI  Annalisa – Guida ambientale iscritta al A.G.A.E. tel 339 4386420 – anche whatsapp  DETTAGLI TECNICI   Difficoltà: T/E (medio-facile Lunghezza: Km. 10 ca Dislivello: m. 280 ca – distribuiti lungo il percorso in vari saliscendi ALTRE INFO Appuntamento sul posto: ore 10,15 a Monteflavio (Roma) – il punto preciso verrà inviato tramite whatsapp dopo l’iscrizione Percorrenza da Roma centro: Km. 50 ca – 1 ora Spostamenti: Auto proprie. Chi vuole condividere la vettura (e le spese di viaggio) con qualcuno contatti il 339 43864204 Metteremo in […]

18-20 Marzo 2022 una ricarica di energia in Toscana con Agriturismo Perucci di Sopra! Saranno due giorni dedicati allo sport all’aria aperta con trekking ed escursioni accompagnati dal nostro wellness coach professionista Giacomo Ciofi per un’esperienza di benessere fatta di movimento, buon cibo, degustazione di Morellino di Scansano. Il wellness coach seguirà ogni partecipante con esercizi, consigli e pratiche preparatorie per il trekking. NOVITÀ DI QUESTA EDIZIONE: è incluso nel pacchetto un trattamento benessere massaggio defaticante al rientro del trekking con lo staff di Wellness Tuscany Experience! Per ricevere programma dettagliato del pacchetto e costo scrivere a agriturismoperuccidisopra@gmail.com oppure visita il nostro sito www.agriturismoperuccidisopra.com

 Lunghezza: 9 km  Difficoltà: Escursionistica, un guado ed un facile passaggio in lieve esposizione Dislivello: 440+  Tipo di percorso: Anello, sentieri nel bosco e stradine di paese  Inizio: 09:30 Punto di Ritrovo: Cutigliano Parcheggio Piazzale S.Antonio https://goo.gl/maps/ZpXi4BmCQNcQbqFa8 Descrizione : Escursione breve quanto originale e spettacolare alla scoperta di due borghi della Montagna Pistoiese uniti sotto la storica ed affascinante istituzione dei Capitani della Montagna, due luoghi dal fascino unico che sanno unire le storiche architetture montane di Cutigliano con l’affascinante museo a cielo aperto dei murales di Lizzano Pistoiese, con le spettacolari cime del crinale appenninico della Doganaccia e della Valle del Sestaione a fare da cornice. Partiremo da Cutigliano inoltrandoci in un sentiero nel bosco che ci regalerà ampi panorami fino al ponte sul Torrente Volata. Superata la frazione rurale di Pratale, arriveremo a Lizzano Pistoiese dove non mancheremo di ammirare i bellissimi murales di vario tema e stile, caratteristica che rendono il borgo veramente unico nel suo genere. Arriveremo fino a Vizzaneta, un tempo confine tra Granducato e Ducato di Modena e proseguiremo fino all’antico Oratorio di S.Anna. Proseguiremo nel bosco affrontando un guado sul Torrente Volata e con un panoramico sentiero riguadagneremo rapidamente quota tra magnifici scorci […]

PROGRAMMA: Gustosa, piacevole e sorprendente camminata, ed ultima tra quelle invernali, dove percorreremo affascinanti sentieri storici che ci porteranno indietro nel tempo !! Sarà un percorso di trekking di media difficoltà, con un discreto dislivello (circa 400 m) che si svilupperà nel primo tratto dei 7 km di andata completamente in salita, ma distribuiti totalmente in maniera poco faticosa (i restanti 7 km del ritorno saranno tutti in discesa), che si snoda partendo dal borgo di Catino (frazione di Poggio Catino, provincia di Rieti, con altitudine di circa 380 metri di altezza sul livello del mare) sino ad arrivare nelle vicinanze del Monte Tancia, ad una quota massima di circa 800 metri di altezza sul livello del mare, nel territorio di Salisano. Partiremo dal borgo di Catino, dove lasceremo le nostre autovetture al parcheggio del “catino” naturale e da qui saliremo verso la Torre longobarda, con ruderi fortificati risalenti al VII secolo, che visiteremo. Accenno storico (fonte Wikipedia): “L’ambito territoriale su cui sorge l’odierno abitato era conosciuto e sfruttato già al tempo dei Romani che, come del resto nell’intera regione sabina, edificarono nei dintorni residenze campestri. L’origine del paese quale entità territoriale unitaria e distinta può, invece, essere fatta risalire […]

Nonostante la sua modesta estensione (appena 42 ettari), il Monumento Naturale delle Forre di Corchiano conserva un’incredibile moltitudine di tesori storici e paesaggistici: le spettacolari tagliate di Sant’Egidio e della Spigliara (ma ne incontreremo anche altre), un ponte romano, le spumeggianti cascatelle del rio Fratta, la verticale rupe tufacea sulla quale sorge il borgo, la chiesa rurale di Santa Maria delle Grazie, le cavernette preistoriche e protostoriche che punteggiano la zona. Ci aspetta un’avvincente esperienza di cammino, che ci permetterà di scoprire un meraviglioso angolo della Tuscia.   TRASPORTI: auto proprie (chi è disponibile a dare passaggi può farlo presente al momento dell’iscrizione; chi invece ne usufruirà è invitato a contribuire alle spese di viaggio).   DATI TECNICI: dislivello: +/- 350 m – difficoltà: medio-facile (T/E) – durata: 6 h (con tutte le soste) – lunghezza: +/- 12 km – profilo itinerario: anello.   ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).   QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni).   COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI-anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua, pranzo al sacco, bastoncini telescopici (utili).   PRENOTAZIONI: 339.8800286 (anche whatsapp).   RITROVO: Corchiano (VT), […]

Nel cuore delle Piccole Dolomiti, al cospetto della Sisilla, sorge il rifugio Campogrosso. Ci sono molte vie per raggiungerlo: attraverso il bosco di faggi e il ponte tibetano della strada del Re, seguendo l’agevole strada delle sette fontane o attraverso la piccola valle, dominata dal Cornetto e dal Baffelan, dalla quale si possono ammirare scorci straordinari della parte nord del Carega. Attraversare questo luogo con le ciaspole permette di godere di una atmosfera unica, fatta di silenzi e armonia, dove le rocce alte spiccano come custodi dormienti ma vigili sui nostri passi. Qua e là spiccano tra la neve le malghe, attive in estate, chiuse in inverno. Ritrovo ore 16:00 al passo Pian delle Fugazze NOTA: parcheggi a pagamento con monete da 1 e 2 euro Dettagli ritrovo: https://goo.gl/maps/fuZK5L9TqsHufDfj7 Escursione ad anello Cena presso rifugio Campogrosso, menù scaricabile qui: https://www.rifugiocampogrosso.com/wp-content/uploads/2021/07/menu-finale.pdf Equipaggiamento consigliato per l’escursione: scarpe da trekking possibilmente alte ghette abbigliamento comodo a strati zaino e giacca invernale acqua, bevande calde e snack secondo proprie necessità occhiali da sole, crema solare ciaspole bastoncini ( per chi è solito usarli ) torcia elettrica per il ritorno Dettagli evento: Lunghezza: 10 Km Durata: 4 ore Difficoltà: Media Dislivello: 400 m Quota minima: 1150 m […]