11 Prossimi eventi

Ordina per

Cinque giorni di escursioni nella Natura della Maremma Grossetana. Tutta la bellezza e varietà di uno dei tratti più belli della costa Tirrenica esplorando, con itinerari adatti a tutti, il Parco Naturale della Maremma, le affascinanti Città del Tufo dell’Interno e l’Isola del Giglio. Un pezzetto d’Italia in cui vivono ancora una vera anima rurale, e una naturalità splendida ricca di leggende e storie da raccontare. Un modo piacevolissimo di passare qualche giorno di vacanza fuori stagione coniugando Natura, Cultura e..ottimo cibo! Difficoltà e tipologia escursioni: E – medio facile i dislivelli e gli sviluppi dei sentieri sono contenuti (max450m di dislivello a giorno, km 8/14) e si svolgono su buoni sentieri. Pochi i tratti ripidi e le escursioni sono quasi tutte vicine al mare, tranne una nell’interno. Costi: Euro 187,2 a persona quota Guida- altri costi circa 280 euro per le spese di soggiorno (pernotto, cena e colazione in parte autogestita, pranzo al sacco) Info, programma dettagliato e prenotazioni scrivendo a ecoesplora019@gmail.com entro il 10 ottobre

La Laguna del Mort era il vecchio letto del fiume Piave che correva parallelo al mare per due chilometri prima che la piena del 1937 sfondasse la duna a mare, creando così una nuova foce. I detriti trasportati dalla piena chiusero quindi l’alveo, dando origine ad una laguna marina alimentata esclusivamente dai flussi di marea, che oggi è uno degli ambienti naturali più interessanti. L’itinerario ci consentirà di conoscere da vicino come è formato un ecosistema sabbioso costiero ed i suoi numerosi habitat, dalla costa all’entroterra: come si formano le dune, come il vento influisce sulla vita costiera, quali piante vivono in questi ambienti e che caratteristiche hanno. Dettagli evento: – Ritrovo ore 9:00 al parcheggio auto EPS Park Pioppi, Via Dancalia, 8A, 30020 Eraclea Mare VE, https://goo.gl/maps/PHHNNg1AkFgj3edMA – Pranzo al sacco in spiaggia Percorso: – Lunghezza: 7 Km – Durata: 3 ore (escluse soste) – Difficoltà: Facile – Dislivello: nullo Prezzo: adulti 10 euro, minori gratuito Come prenotare: Contatta la guida di riferimento Andrea a andrea.desanti@escursionitrekking.it o 334-1311250 Come pagare: – al momento del ritrovo – con app Satispay entro il giorno prima dell’escursione Equipaggiamento consigliato per l’escursione: – scarpe da trekking – abbigliamento comodo a strati – zaino, felpa, […]

Una passeggiata adatta a tutti nelle campagne di Sant’Agata Feltria e la piccola frazione di Maiano. Dopo aver camminato incontreremo due produttori locali di miele e farina, che ci faranno degustare le loro delizie ed assaporare gusti antichi e genuini. Un connubio perfetto e un incontro speciale tra territorio, i suoi prodotti autentici e chi li produce. Prima di rientrare a casa, c’è la possibilità di fare una sosta a Sant’Agata Feltria che in periodo di Avvento, si trasforma in “villaggio del Natale” con una atmosfera del tutto particolare. Numero dei partecipanti : min 8/20 max. Ore di cammino : 2 h circa + le soste; Dislivello : salita/discesa 250 m. – 6 km Difficoltà : E * (vedi legenda difficoltà (#), Ritrovo : ore 08:30 presso parcheggio dei sindacati a Rimini, in Via Caduti di Marzabotto, 30. https://goo.gl/maps/s4NJVfCP4bK2 Altri punti di ritrovo sono possibili; mettersi in contatto con la guida. Equipaggiamento invernale obbligatorio: Scarponi da trekking alti e impermeabili, abbigliamento a strati da trekking, giacca protettiva impermeabile (tipo k-way), pile, eventuale mantellina anti-pioggia nello zaino, fascia o berretto, guanti, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). 1 L di acqua a testa. Consigliati: bastoncini da […]

PROGRAMMA: Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo, CON VISITA E PRANZO ALL’ALPACA RANCH; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>6 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo nella sottostante cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà dall’Alpaca ranch; dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto come “Mola Naro Patrizi”, dove sono presenti e leggibili due pannelli didattici. Si tratta di un opificio idraulico […]

cinque giorni di trekking nella Natura della Maremma Grossetana. Tutta la bellezza e varietà di uno dei tratti più belli della costa Tirrenica esplorando, con facili escursioni adatte a tutti, il Parco Naturale della Maremma, le affascinanti Città del Tufo dell’Interno e l’Isola del Giglio. Un pezzetto d’Italia in cui vivono ancora una vera anima rurale, e una naturalità splendida ricca di leggende e storie da raccontare. Un modo piacevolissimo di passare qualche giorno di vacanza fuori stagione coniugando Natura, Cultura e..ottimo cibo! Difficoltà e tipologia escursioni: E – medio facile i dislivelli e gli sviluppi dei sentieri sono contenuti (max450m di dislivello a giorno, km 8/14) e si svolgono su buoni sentieri. Pochi i tratti ripidi e le escursioni sono quasi tutte vicine al mare, tranne una nell’interno. Costi: Euro 187,2 a persona quota Guida- altri costi circa 280 euro per le spese di soggiorno (pernotto, cena e colazione in parte autogestita, pranzo al sacco) Info, programma dettagliato e prenotazioni scrivendo a ecoesplora019@gmail.com entro il 15 ottobre

Una mattinata in bicicletta nella tenuta di San Rossore per godere del suo clima dolce e di una natura indisturbata. Attraverseremo pinete monumentali alternate a boschi allagati e macchia mediterranea. Lungo il percorso sarà frequente incontrare daini e cinghiali che pascolano liberi. Fino ad arrivare alla scuderia del Boschetto, dove vivono i dromedari. Il percorso è un anello di circa 12 chilometri di cui una buona metà sterrati. Le biciclette si possono prendere direttamente al centro visite della tenuta. I posti sono limitati

Un evento speciale, dove sperimenteremo l’incontro di diverse arti: la capacità di scrivere emozioni, la maestria di trasformare grappoli di uva in vini eccellenti e la bellezza di camminare in un territorio dove l’armonia dei paesaggi è meravigliosa. Faremo una sosta presso la Cantina Bissoni; chi vorrà potrà degustare i quattro vini presentati dalla fondatrice della cantina e Rita ci presenterà la sua prima pubblicazione di pensieri, emozioni e riflessioni. Numero dei partecipanti : min 8/25 max. Ore di cammino : 3 h circa + le soste; Dislivello : salita/discesa 350 m. 10 km Difficoltà : E * (vedi legenda difficoltà (#), Ritrovo : ore 09:00 presso parcheggio delle Clarisse Francescane, in Via Badia 4 a Bertinoro. https://goo.gl/maps/aecLjN1Skuza3PVe8 Altri punti di ritrovo sono possibili; mettersi in contatto con la guida. Equipaggiamento invernale obbligatorio: Scarponi da trekking alti e impermeabili, abbigliamento a strati da trekking, giacca protettiva impermeabile (tipo k-way), pile, eventuale mantellina anti-pioggia nello zaino, fascia o berretto, guanti, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). 1 L di acqua a testa. Consigliati: bastoncini da trekking, ghette, torcia o torcia frontale, thermos con bevanda calda. Quota: € 10,00 adulti, € 5,00 bimbi 7-17 anni, che include […]

PROGRAMMA: Sarà una facile e piacevole escursione che si sviluppa partendo dal borgo di Cottanello (550m) e ci condurrà, tramite una comoda carrareccia, sino a quota 800 m dove arriveremo al principale punto di interesse, ovvero alle Casette di Cottanello, un piccolo borgo di pastori che le utilizzano quando mucche, pecore, capre, cavalli e maiali vengono portati ai pascoli alti. Oggi molte sono abbandonate e diroccate, alcune ancora utilizzate ed il posto, per la sua collocazione in mezzo a boschi e montagne e per l’aspetto vagamente misterioso, appare come un presepio ! Immancabile sarà la presenza di molti animali lasciati liberi al pascolo in prossimità del caratteristico villaggio. Durante l’escursione, prima di arrivare alle casette, ci fermeremo ad ammirare la caratteristica cava romana (istituita a monumento naturale dalla regione Lazio) di marmo rosso, denominato “Pietra Persichina” o “Marmo di Cottanello”, estratto nella cava del monte Lacerone che sovrasta il paese. Un po’ di storia: “Lo sviluppo di processi geologici sul sedimento calcareo presente nella zona di Cottanello ha portato alla formazione di un marmo particolare variabile nel colore e nella forma, molto disomogeneo e poco compatto. Esso era noto sin dal I sec. a.C. sebbene il suo impiego fosse limitato […]

Tra tante opere che la dominazione austriaca ci ha lasciato nel territorio veronese, vi è un’incantevole strada che si snoda prevalentemente a mezza costa lungo le pendici del monte Pastello e che domina la Valdadige veronese. Essa parte dall’abitato di Ceraino e sale con ampi tornanti prima al forte Ceraino (già Hlawaty) a circa (quota 250m) e poi con un buon tratto a mezza costa quasi rettilineo e con modesta pendenza al forte austriaco Mollinary (quota 450m) per finire a poche centinaia di metri ad ovest dell’abitato di Monte, in comune di Sant’Ambrogio. Questa strada, della lunghezza complessiva di quasi tre chilometri, fu tracciata dal Genio militare austriaco quando, tra il 1850 e il 1852, pose mano alla costruzione dei due forti che, dalle estreme pendici del monte Pastello, dominano il sottostante fondovalle dell’Adige. Queste due opere unite a quella denominata «Chiusa Veneta», che tagliava la statale, e il forte Wohlgemuth, che sorge su di un colle isolato sulla riva destra a nord-est dell’abitato di Rivoli facevano parte di quel complesso fortificato ideato e attuato anni prima dal generale del Genio Franz von Scholl e che, con i capisaldi di Verona, Peschiera, Mantova e Legnago, era destinato a coprire i possedimenti dell’impero austriaco […]

Ci sono luoghi nel Mondo dove ancora si possono ammirare i paesaggi e vivere le sensazioni di un pianeta primordiale e dai paesaggi di geologica Bellezza: così sono le Isole di Lanzarote e Fuerteventura che esploreremo in questo viaggio trekking di inizio anno. Sono posti nel mondo dove la bellezza si fa strana, remota, scabra , quasi ultraterrena. Dove tutto è ridotto a colori e forme essenziali: i neri, gialli, rossi delle rocce, il blu intenso del cielo e dell’Oceano, il bianco e giallo della sabbia, e poche forme di vita, vegetali e animali, molto specializzate. Nonostante la fama turistica i veri padroni di queste terre sono ancora oggi il ribollente potere sotterraneo che le crea e le distrugge, la forza dell’Oceano e del vento. Tipo di viaggio: stanziale escursioni in giornata con lo zaino leggero. Le escursioni sono perlopiù di impegno medio/facile (dislivello max 500m) su strade sterrate e buoni sentieri. L’attività è adatta a molti per il moderato impegno delle escursioni e l’alternarsi piacevole di escursioni e visite culturali. Clima: tiepido, ventoso subtropicale. La vicinanza dell’Africa si fa sentire parecchio su queste due Isole! Costi: costo Guida Euro 364. Per le altre spese (soggiorno, voli, noleggio furgone ecc) […]

  Come salutare in bellezza i primi giorni del nuovo anno? Con un week end lungo e intenso, camminando su facili percorsi, apprezzando borghi antichi e suggestivi, ricchi di storie e interessanti aneddoti, gustando la cucina locale, immergendoci nelle leggende, nel mistero di personaggi inquietanti e di incredibili apparizioni. 5 – 9 Gennaio 2022 1° g –  mercoledi  5  Gennaio :  Frontino Appuntamento alle ore 14:00 a Frontino (PU), presso Hotel “La Rocca dei Malatesta”, Via Giovanni XXIII  n°1. Dopo il check-in visiteremo questo bellissimo borgo, il più piccolo comune  della Provincia di Pesaro-Urbino, inserito a ragione fra i borghi più belli d’Italia. Celato con cura fra i monti dell’Appennino e inserito nel Parco Naturale Interregionale del Sasso Simone e Simoncello, regala viste mozzafiato sul Montefeltro. Domina, infatti, la valle ed è circondato da sinuose colline, boschi e campi colorati. Durante il nostro soggiorno ceneremo presso il vicino Mulino Divino, sede anche del Museo del pane, un caratteristico e inusuale ristorante all’interno di un antico mulino in pietra risalente al 1658. Pernotteremo nel suggestivo hotel situato in un palazzo in pietra del XV secolo, al centro del Castello medioevale di Frontino. Prima di cena potremo vivere l’interessante esperienza di “Mugnaio […]