PROGRAMMA:
Sarà una facile e piacevole escursione che si sviluppa partendo dal borgo di Cottanello (550m) e ci condurrà, tramite una comoda carrareccia, sino a quota 800 m dove arriveremo al principale punto di interesse, ovvero alle Casette di Cottanello, un piccolo borgo di pastori che le utilizzano quando mucche, pecore, capre, cavalli e maiali vengono portati ai pascoli alti. Oggi molte sono abbandonate e diroccate, alcune ancora utilizzate ed il posto, per la sua collocazione in mezzo a boschi e montagne e per l’aspetto vagamente misterioso, appare come un presepio ! Immancabile sarà la presenza di molti animali lasciati liberi al pascolo in prossimità del caratteristico villaggio. Durante l’escursione, prima di arrivare alle casette, ci fermeremo ad ammirare la caratteristica cava romana (istituita a monumento naturale dalla regione Lazio) di marmo rosso, denominato “Pietra Persichina” o “Marmo di Cottanello”, estratto nella cava del monte Lacerone che sovrasta il paese.
Un po’ di storia: “Lo sviluppo di processi geologici sul sedimento calcareo presente nella zona di Cottanello ha portato alla formazione di un marmo particolare variabile nel colore e nella forma, molto disomogeneo e poco compatto. Esso era noto sin dal I sec. a.C. sebbene il suo impiego fosse limitato a opere di pavimentazione per le sue spiccate proprietà di compattezza e resistenza e se ne facesse largo uso in prossimità della località di estrazione, come mostrano i ritrovamenti della villa romana dei Cotta. Rosso, con venature bianche e grigie, questa pietra conobbe un impulso straordinario al di fuori dei confini locali tra la fine del 1640 e il 1690. L’impiego del marmo di Cottanello a Roma è documentato per la prima volta nel 1648 nella Fabbrica di San Pietro, il cantiere romano per eccellenza, alla cui edificazione avevano contribuito artisti come Bramante, Michelangelo e Bernini. Nel 1645, ad un anno dalla salita al soglio pontificio, Innocenzo X Pamphili avviò la decorazione dell’interno di San Pietro in previsione del Giubileo del 1650, affidando la direzione dei lavori a Gian Lorenzo Bernini, Architetto della Fabbrica dal 1629. Per l’abbellimento delle navate e dei pilastri della chiesa furono impiegate enormi quantità di marmi che comportarono ingenti spese e notevoli difficoltà di approvvigionamento: per ovviare a tale inconveniente si fece largo uso sia di materiali di reimpiego che di scavo proveniente da località limitrofe, in particolare dalla piana romana, dai Colli Albani e dalla Sabina. All’interno di S. Pietro il marmo di Cottanello fu impiegato dal Bernini per la costruzione delle stupende colonne poste intorno agli altari laterali della Basilica.”
Dopo la visita alla cava riprenderemo la camminata dove giungeremo ai Pratoni e in questo punto sosteremo per il pranzo e per il resto della giornata in totale relax… vi preparerò una gustosa e succulente grigliata cucinata rigorosamente alla brace, con la legna del bosco: salsicce, arrosticini, bruschette all’olio EVO sabino, bruschette con pomodori e bruschette con mortadella, dolcetti artigianali e vino bianco ! Terminato il pranzo, avremo tutto il tempo per girare tra le casette abbandonate dei pastori e ammirare il bestiame libero al pascolo, godendoci tutto il pomeriggio sui prati, dopodichè faremo rientro verso il borgo di Cottanello. 
 
DATI TECNICI ESCURSIONE:
Difficoltà: facile (T) sentiero turistico
Dislivello: +/- 250 m
Lunghezza totale percorso andata/ritorno: +/- 6 km
Durata escursione: +/- 8 ore 

PARTECIPANTI:
Minimo 6 iscrizioni
Massimo 25 iscrizioni
Per la partecipazione all’evento si darà priorità seguendo l’ordine cronologico delle conferme ricevute tramite bonifico !
E’ consentito portare animali al seguito (CANI MANSUETI E NON AGGRESSIVI), con criterio, responsabilità e soprattutto riguardo nei confronti degli altri partecipanti (durante il percorso in sentieri dove si camminerà in fila indiana, e durante il pranzo compresa la preparazione, dovranno essere tenuti legati).

QUOTA INDIVIDUALE E MODALITA’ D’ISCRIZIONE:
€ 25,00
Ragazzi (6/12 anni) € 15,00
La quota comprende l’accompagnamento e l’assistenza per l’intera escursione ed il pranzo. Inoltre, nella quota di partecipazione, ogni singolo escursionista riceverà gratuitamente la tessera associativa e la copertura assicurativa per un anno.
Poichè avremo esigenze logistiche molto precise per quanto riguarderà l’approvvigionamento del cibo e la sua preparazione, le PRENOTAZIONI SONO OBBLIGATORIE e vanno inviate tramite la messaggistica di fb (Stefano Aperio Bella) oppure con un messaggio di WhatsApp o Sms al numero 327.9308192 entro le ore 19:00 di Sabato 25 Settembre, dietro VERSAMENTO DELLA QUOTA INDIVIDUALE, tramite bonifico bancario (al momento della vostra prenotazione vi forniremo numero IBAN).
In caso di maltempo, DPCM ZONA ARANCIONE/ROSSA, o altre condizioni avverse, l’organizzazione si riserva il diritto insindacabile di modificare, rinviare o annullare il programma, nel modo in cui lo riterrà opportuno (negli ultimi due casi la quota d’iscrizione anticipata verrà convertita con un buono escursionistico per una successiva escursione con scadenza 31/12/2021).

EQUIPAGGIAMENTO:
Scarponcini da trekking (preferibilmente a caviglia alta), k-way, zaino, bastoncini telescopici (utili, non indispensabili), telo per sdraiarsi a terra e per pranzare, ACQUA almeno 1,5 L a persona (servirà sia per l’escursione che per il pranzo), PIATTO POSATE E BICCHIERE da usare per pranzo e da riportarvi poi indietro.
Per i ragazzi dai 6 ai 12 anni è OBBLIGATORIO che abbiano in dotazione con loro un fischietto da portare per tutto il periodo dell’escursione !

N.B. ATTENERSI ALLE NOSTRE DISPOSIZIONI DI SICUREZZA PREVENZIONE COVID-19 !!!

PREVENZIONE COVID-19:
La montagna, in questo periodo di Covid-19, è tra i posti più sicuri dove poter andare e stare… spazi immensi, aerati, sicuramente incontaminati e quindi SANI ! In ogni caso però dovremo seguire alcune regole per la nostra sicurezza; ci incontreremo al meeting point con mascherina, al vostro arrivo rileverò la vostra temperatura corporea con un termometro ad infrarossi senza contatto, chi avrà +37,5°C non potrà partecipare all’escursione, dopodiché cominceremo il nostro trekking (non ci sarà bisogno di usare la mascherina) mantenendo sempre la distanza interpersonale di minimo 2 metri, anche durante le varie soste (fotografie e pranzo), solamente i partecipanti congiunti potranno evitare la distanza interpersonale tra di loro; Per il pranzo userete stoviglie, posate e bicchieri personali che dovrete portare con voi e che riporterete al termine dell’escursione (ognuno di voi dovrà avere un sacchetto per portare indietro tutto quello che avrà usato durante il pranzo).

RITROVO:
Domenica 26 Settembre 2021
Casperia (Ri), Piazzale Oddo Valeriani (piazza principale con piccola rotatoria fronte scuola) davanti al bar “Petrocchi” ore 10:00 poi tutti insieme trasferimento a Cottanello (Ri).

Iscrivetevi al nostro gruppo su fb “Sabina in Trekking”