23 Oggetti

Ordina per

Un tour di grande interesse paesaggistico e storico attorno alle colline di Firenze Tour alla scoperta delle colline d’Oltrarno nella zona di Bellosguardo. Partenza da Piazza Torquato Tasso, cammineremo in stradine collinari verso Bellosguardo, visiteremo la Chiesa di S.Bartolomeo a Monte Oliveto dove è stata dipinta l”Annunciazione” di Leonardo Da Vinci, ammireremo i più bei panorami su Firenze, il Parco di Villa Strozzi ed altri angoli incantevoli fuori dai percorsi tradizionali per un’esperienza indimenticabile. Quando: Tutti i Lunedì – Giovedì festivi esclusi Lunghezza: 7 km Difficoltà: Turistica Dislivello: +150 Tipo di percorso: Anello, interessi paesaggistici e culturali Inizio: 14:00 La quota comprende: Organizzazione ed Assistenza di Guida ambientale Escursionistica legalmente abilitata ai sensi L.R. 86/2016 con Polizza RCT. Cosa portare: Snack, Acqua 1,5 lt a testa, Scarpe da camminata,Abbigliamento a strati micropile, antivento, guscio o k-way berretto,power bank, fotocamera, Zainetto, Mascherina, Igienizzante mani. Note: La Guida si riserva il diritto di apportare variazioni all’escursione per garantire la sicurezza del gruppo , o di annullare l’escursione in caso di maltempo e/o allerta.

Un tour di grande interesse paesaggistico e storico attorno alle colline dell’Oltrarno fino al Centro Storico, Alla scoperta delle bellezze dell’Oltrarno fino alla splendida Certosa del Galluzzo. Ammireremo alcuni degli angoli più belli di Firenze come il Giardino delle Rose, Piazzale Michelangelo e San Miniato al Monte, percorrendo storiche strade panoramiche verso Pian de’Giullari e S.Matteo in Arcetri. Scenderemo verso il Galluzzo costeggiando il Fiume Ema per arrivare di fronte alla Certosa del Galluzzo per le ore 11:00 , dove è prevista una visita guidata della durata di 1 ora. Alla fine della visita rientro con autobus pubblico. Quando: Tutti i Venerdì festivi esclusi Inizio. 09:00  Termine 13.30 Lunghezza: 7,5 km Difficoltà: Turistica Dislivello: +150 Tipo di percorso: Anello, interessi paesaggistici e culturali La quota comprende: Organizzazione ed Assistenza di Guida ambientale Escursionistica legalmente abilitata ai sensi L.R. 86/2016 con Polizza RCT. Biglietto di ingresso La Certosa – Entrance ticket to the Charterhouse Cosa portare: Snack, Acqua 1,5 lt a testa, Scarpe da camminata, Abbigliamento a strati (micropile, antivento, guscio o k-way) berretto,power bank, fotocamera, Zainetto, Mascherina, Igienizzante mani. Note: La Guida si riserva il diritto di apportare variazioni all’escursione per garantire la sicurezza del gruppo o di annullare l’escursione […]

Primo appuntamento al tramonto sui Colli Euganei Dettagli evento: Ritrovo ore 20:30 a Luvigliano, parcheggio cimitero di Torreglia https://goo.gl/maps/GhL4dgKSYyhPMskj8 Percorso: Lunghezza: 5 Km Durata: 2 ore (escluse soste) Difficoltà: Facile Dislivello: 300 m Prezzo: adulti 5 euro, minori gratuito Cosa Portare: scarpe da trekking abbigliamento comodo a strati + felpa acqua e snack secondo proprie necessità ⇒ i nostri amici a 4 zampe sono sempre i benvenuti purchè tenuti al guinzaglio Terzo tempo: sosta in osteria o bettole varie E’ GRADITA LA PRENOTAZIONE – andrea.desanti@escursionitrekking.it – 334-1311250 anche whatsapp

Un itinerario di grande valore storico e naturalistico attorno a San Polo in Chianti, la patria del Giaggiolo o dell’Iris che dir si voglia.   Quando ascolti la parola Chianti il primo pensiero corre subito verso il vino e l’olio. in effetti le colline, le vigne e gli uliveti hanno plasmato il paesaggio del Chianti fino a renderlo una vera icona mondiale. Ma c’è un altro elemento tipico che, nella bella stagione e in particolare nel mese di Maggio aggiunge pennellate di colore al verde delle colline chiantigiane, si tratta dell’Iris, o Giaggiolo. C’è un luogo in Toscana, nel comune di Greve in Chianti, dove le colline e i terrazzamenti prendono le sfumature dell’Iris pallida. Accade a San Polo in Chianti dove il verde primaverile si alterna al celeste violaceo del giaggiolo. Curiosità: Forse proprio da un iris stilizzato – non dal giglio come tutti credono – è nato il simbolo della città di Firenze, non a caso nel capoluogo toscano esiste un intero giardino dedicato a questo magnifico fiore. Andremo alla scoperta di questa particolare zona del Chianti per ammirare i panorami, i profumi degli Iris in fiore e scoprire i piccoli grandi segreti celati nel cuore di questa […]

Una attività di due giorni in una zona di particolare interesse naturalistico, che con un percorso simile ad un anello ci condurrà da Cottanello a Greccio, passando per la Cappelletta di S. Francesco e poi, il giorno successivo, da Greccio ci permetterà di fare ritorno a Cottanello, passando per i Prati di Stroncone. L’itinerario proposto si sviluppa lungo strade sterrate e sentieri permettendo così di apprezzare in pieno la varietà del paesaggio caratterizzato da ampi prati, da boschi di vario genere, e dalle cime dei monti da cui si può ammirare la Valle Reatina e i monti dell’Appennino Centrale ed in altri casi la Valle dei Tevere, caratterizzata dal Monte Soratte, fino al Mar Tirreno. Visita del borgo di Greccio e del Santuario Francescano del Presepe. Cena, pernottamento e colazione presso struttura ricettiva.

Visite guidate In collaborazione con Pro Loco Lentiai, Comune Borgo Val Belluna, associazioni del Municipio di Lentiai www.visitborgovalbelluna.it In occasione della fioritura dei Narcisi breve visita guidata di un paio d’ore circa sulla dorsale del Col d’Artent nelle giornate 15-22-29 maggio e 2 giugno. Servizio NAVETTA dal parcheggio Pian di Coltura – Ristorante Baiocco a Chalet Col d’Artent Dalle ore 9:00 alle 17:00 al costo di euro 2,00 a/r Chiesette aperte: Dalle 14:00 alle 18:00 anche in caso di maltempo grazie ai volontari di Frammenti d’arte Chiesa Arcipretale di Santa Maria Assunta a Lentiai chiesetta di Sant’Antonio Abate a Bardies con ciclo di affreschi  

Dal centro di Gaiole seguiremo una parte del famoso tracciato della gara cicloturistica “Eroica”, accompagnati da panorami di vigneti e boschetti di querce. Cammineremo nell’incantata atmosfera dei colli e dei fortilizi, uno degli storici “Terzieri” della Lega del Chianti, per un vero e proprio viaggio raccontato nella storia medievale, fatta di aspre battaglie tra Siena e Firenze, di castelli/fortezza a presidio delle linee di confine, di pievi millenarie e capolavori del gotico dall’aspetto decadente, ma anche di colli baciati dal sole con incredibili panorami sui vigneti e su antiche case torri, luoghi dove natura e uomo hanno contribuito a creare un patrimonio di incredibile bellezza. Proseguiremo tra cipressi e muretti a secco con una vista che arriva fino a Radda in Chianti e l’alta val di Pesa, fino a raggiungere i vigneti di Case di Sotto. Una ripida ma breve risalita ci condurrà al castello di Vertine, strategico baluardo difensivo possedimento della famiglia Ricasoli, un complesso straordinariamente conservato e uno dei luoghi più incantevoli del Chianti. In questa proposta visiteremo: Un tratto della famosa “Eroica” Il bellissimo castello di Vertine, sopra Gaiole Il gotico di San Pietro in Avenano Lo storico e fotografato castello di Meleto La “Big Bench” per […]

Questo itinerario si svolge all’interno del Parco Regionale di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli e più precisamente nella bellissima Tenuta di San Rossore in un’area molto vicina alla città di Pisa. Dal Centro Visite, situato a pochi metri dall’ingresso principale della Tenuta in località Cascine Vecchie, inizierà il nostro “viaggio nella Natura del Parco” percorrendo alcuni sentieri che non sono accessibili liberamente al pubblico. L’ambiente si presenta morfologicamente con rilievi dunali più secchi e aree depresse più umide dove sono presenti le specie arboree predominanti della Tenuta. Non mancherà occasione di avvistare gli animali che popolano quest’area come il daino, il cinghiale ed un’elevata presenza di avifauna, soprattutto nel periodo di svernamento e durante le migrazioni primaverili. Inoltrandoci sempre di più all’interno del Parco raggiungeremo il mare su di un tratto di costa tra i più belli e selvaggi della Toscana. L’escursione che si sviluppa totalmente su terreno pianeggiante non presenta difficoltà ma richiede tuttavia un minimo di allenamento per la lunghezza del percorso. Categoria: Escursioni Durata totale: 6 ore Difficoltà: ( E ) itinerario escursionistico (medio-facile) Sviluppo percorso: ad anello Ascesa totale: 0 m. Tempo di percorrenza: 4 ore (di cammino escluse le soste) Partecipanti: min 10 max 25 Occorrente: consigliamo di indossare scarpe da trekking o da trail running e abbigliamento da escursionismo. […]

Situato su un’altura che domina la valle del Tevere, il paesino di Montecchio, annoverato tra “i borghi più belli d’Italia” (lo visiteremo nel pomeriggio), conserva intatto il fascino dei suoi vicoletti e delle sue piazzette. Partiremo dal centro abitato per raggiungere, a passo lento, il monte Croce di Serra (994 m. s.l.m.), la massima elevazione del territorio amerino, che offre panorami superbi sul lago di Alviano, su quello di Corbara e sui principali rilievi della zona. Ci attende un’esperienza di cammino piena e rotonda, di quelle che addolciscono il cuore.     TRASPORTI: auto proprie (chi è disponibile a dare passaggi può farlo presente al momento dell’iscrizione, così si cercherà, nel rispetto delle normative anti-covid vigenti, di ottimizzare gli equipaggi, dividendo le spese di viaggio).     DATI TECNICI: dislivello: +/- 550 m – difficoltà: media (E) – durata: +/- 6,5 h (con soste) – lunghezza: +/- 10,5 km – profilo itinerario: anello.     ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).     COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), zaino, pranzo al sacco, acqua, bastoncini telescopici (utili), cappellino da sole, repellente per insetti.     QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € […]

Inconsueta quanto incredibile escursione sotto la luce delle stelle e illuminati delle nostre lampade frontali Alla scoperta delle curiosità’ storiche e geologiche dell’Area del Monteferrato, il complesso di Colli “Cupi e Ferrigni”che si distendono dai bastioni Appenninici verso la Piana Pratese, come annotava il Calendario Pratese a fine ‘800.  Percorreremo il sentiero di vetta per poi dirigerci verso il crinale formato dai vertici dei colli Mezzano, da dove si aprono ampie viste sui versanti di Figline, Bagnolo e del Monte Piccioli, con vedute dei particolari affioramenti sopra le ex Cave Le Volpaie e Pian di Gello. Ammirando un panorama che spazia dai versanti in pietra Alberese del Monte Cerreto e la Calvana fino alle Foreste della Riserva Acquerino Cantagallo ci immergeremo in un querceto misto e macchia dove cammineremo illuminati dalle nostre torce frontali immersi nell’atmosfera primaverile del bosco. Ci dirigeremo poi verso le Cave di Serpentino di Figline, un luogo storico ed enigmatico, per scendere al vecchio borgo con la sua Pieve di San Pietro risalente al 1100 ed il Monumento dell’Eccidio, una pagina drammatica di storia recente. Attraverso sentieri cosparsi di curiosità’ geologiche, come la “ Cava della Strega”, e storiche come la “ Grotta di Malaparte”, completeremo […]

Escursione magnifica nel cuore della “ Controneria” Controneria è il termine con il quale si indicavano i centri sorti sulla destra orografica del Torrente Lima. Una terra ricca di testimonianze ed architetture storiche come la raffinata Pieve di San Cassiano in Controne, mentre il paesaggio si presenta solenne con crinali, vette e gole che in primavera si riempiono di colorate e rare specie floreali. Percorreremo la bellissima Alta Via dei Pastori attraversando le case in pietra delle frazioni sopra San Cassiano, in un ambiente maestoso di tipo “Dolomitico” che ci accompagnerà fino allo spettacolare cima del Monte Pratofiorito, tra incredibili panorami sulle alte cime dell’Appennino. Curiosità: La chiesa di San Cassiano di Controne  è un edificio sacro  della Val di Lima, un documento già dal 722 ne attesta l’esistenza sotto il regno di Desiderio, ultimo re longobardo. L’edifico è a schema basilicale con tre navate divise da colonne e pilastri, di particolare importanza sono i rilievi in cui sono rappresentati tre figure umane in posizione di prospetto: la centrale, più grande delle altre, ha le braccia alzate in segno di preghiera, le altre, a fianco, hanno le braccia sollevate e ciascuna appoggia una mano sul braccio della prima. Secondo una […]